arte indaco
 
 
 

 

 
Franca Scarpellini
Processo
O figlio dell’essere!
proclama il mio nome sulla terra, affinchè io mi possa rammentare di te nei miei cieli, così saranno consolati i miei ed i tuoi occhi.
baha’u’llah – le parole celate.

processo
la nuova era agognata da secoli è insita nell’uomo e nascosta da un velo. non è difficile riconoscerla ma trovarla non è semplice oppure potremo dire che è troppo semplice!

il percorso dell’uomo nei secoli è stato quello di crescere ed ha scisso il processo per ottenerlo dividendo e separando il processo evolutivo della società da quello più difficile da individuale nell’uomo che è sempre stata e sempre sarà “ la ricerca di dio”.
in ogni epoca e civiltà vi è stato un “momento” in cui il processo interiore volto allo spirito fu manifesto, manipolato successivamente e fatto proprio di classi che, per detenere il potere, lo hanno racchiuso e circoscritto avvolgendolo in veli sempre più spessi e per i quali l’uomo non poteva trovare l’uscita di questo labirinto.
pertanto, il progresso materiale ha prevalso dando una serie di condizionamenti in modo che il processo per individuare e conoscersi veniva “distratto” dal dover sopravvivere con beni voluttuari che costringono (ancora oggi) a dimenticare il vero significato della vita perdendosi in una spirale di consumi.
in tutte le scritture sacre vi sono riferimenti al “patto di dio” che indica la nostra appartenenza ad una forma spirituale superiore alla materia e, perciò, questo creatore non avrebbe abbandonato mai la sua creatura e, così, negli eoni che si sono susseguiti sono “scesi “ educatori, messaggeri per indicare all’uomo la via aurea: la via dell’amore che si consegue con la ricerca interiore della verità che è una con tutto ciò che e’.
va anche specificato che questo processo si intende a due vie:
a) la prima è quella che indica l’intenzione e la coerenza del creatore con la sua creazione che è ciò che viene indicato nell’ultima dispensazione di baha’u’llah come la grande pace. quale premessa alla grande pace posso indicare, quale baha’i, la volontà del creatore che si esplica nell’ energia che tutto pervade e che porterà alla nuova era, senza che l’uomo operi direttamente per questo fine. e’ il grande disegno di dio che porterà, indipendentemente dalla volontà dell’uomo alla nuova era.
b) la seconda via, ma non per questo separata, è indicata nel processo che l’uomo apporterà per arrivare alla pace minore, risvegliando nell’uomo la ricerca per togliere quei veli che ricoprono ciò che è la verità assoluta e che, come il filo di arianna procederà a far uscire dal labirinto dove l’uomo/bestia vi è racchiuso. sorgere, dunque, dall’animalità è la sfida di questo secolo dove l’uomo ha raggiunto un maggiore discernimento ed una consapevolezza che gli permetterà di chiedersi chi io sono?
questa dispensazione, iniziata con l’avvento del bab “la porta” e completata con la dispensazione di baha’u’llah, ha un preciso significato: il bab, la porta, indica un processo di chiusura/apertura chiudendo il vecchio ciclo adamico ed aprendo alla nuova energia.
e’ la trasformazione dei parametri che hanno condotto l’uomo fino ad oggi. questa trasformazione implica il processo di realizzare una nuova coscienza che si apre nel mondo e nell’uomo.
quindi, nuove valutazioni e aperture
einstein diceva: “ non si possono risolvere i problemi con lo stesso pensiero che li ha creati”.
quindi, cosa significa?
ecco la parola magica: trasformazione che la nuova energia porterà nell’uomo ad una ricerca più consapevole della verità.
e’ l’aiuto che dio ci ha sempre indicato con le manifestazioni del suo volere . ci potremo allora chiedere: “ come potremo attuare questa trasformazione?”
intanto potremo conoscere noi stessi, entrando nel processo evolutivo della nuova era, abbandonando i vecchi paradigmi, i vecchi condizionamenti i vecchi pregiudizi - come quando a primavera ci togliamo i pesanti vestiti invernali ed indossiamo quelli più leggeri e adatti alla stagione.
questa è la nostra primavera, la primavera dello spirito. togliamoci i pesanti condizionamenti che ci hanno limitato ed apriamoci alla nuova energia trasformatrice.
pensiamo a quanto è bello il mondo, godiamo della sua bellezza con maggiore serenità ed iniziamo a costruire un mondo nuovo dove la pace, l’armonia, l’unità siamo le basi per il nuovo ordine mondiale!
non è questo che ciascuno di noi desidera?
non è ciò che vorremmo per i nostri figli?
niente più condizionamenti, il potere di cambiare ora è in noi; rendiamocene conto per un futuro più equo e senza disparità – dove tutti avranno il necessario per vivere senza che altri muoiano di fame o per la guerra.
il ciclo che ha concesso al potere del denaro di sfruttare l’umanità si è chiuso.
tutto ciò che sta succedendo in questi giorni ce lo dimostra come il disfacimento del vecchio.
il disastro della nave “concordia” che con i suoi 72 piani era il simbolo dell’opulenza e del consumismo è affondata ed è bastato un piccolo sasso: “uno scoglio” a farla affondare. riflettiamo su quanto è successo e constateremo che, nonostante gli sforzi per il salvataggio della nave, non si riesce a trattenere il suo affondamento in acque sempre più profonde.
non è ciò che sta accadendo a questa società? ai valori imposti dalle caste che per uno “scoglio” stanno affondando? e non sanno come recuperare ciò che si sono costruiti con l’inganno.
nuovi valori dunque, nuovi concetti, recuperare la morale, l’etica cambiando intanto noi stessi . e’ così che si otterrà il cambiamento di rotta e non ci sarà “quello scoglio!” ad affondarlo.
“chiedete e vi sarà dato” l’ha detto gesù , anzi l’ha indicato quale nostro dovere primario per vivere la nostra vita.
invece, noi ci poniamo limiti e così limitiamo anche la nostra libertà, quella di scelta e quella di discernere.
nel testo delle piramidi” è scritto questa dichiarazione di chi era giunto all’iniziazione:
io faccio cio’ che voglio
non vi e’ opposizione in me.
ciò indica che siamo noi , cioè l’io, che vuole e decide di conoscere, perché il volere indica sapere chi siamo e quindi cosa vogliamo per poter decidere sempre nuove “volontà” più grandi.
“o figlio dell’uomo!
la mia eternità è la mia creazione, per te l’ho creata. fanne la veste del tuo tempio. la mia unicità è l’opera delle mie mani; l’ho plasmata per te, rivestiti di essa, affinchè tu possa essere per tutta l’eternità la rivelazione del mio essere sempiterno.” – baha’u’llah - le parole celate.
e’ indice, quindi, di sapienza ciò che si indica nella ricerca che è sempre un’eresia = ricerca del nuovo; cioè eretica che non si basa su vecchi parametri, ma su nuove ricerche, nuovi pensieri e quindi nuova volontà. e’ una crescita interiore che apre a nuovi orizzonti , a nuove conoscenze; è la scoperta del se’.
e’ l’evoluzione umana alla scoperta di nuove leggi da scoprire ed interpretare, come nella fisica, chimica ed in tutte le scienze umane ma non solo, va anche sviluppata nella propria vita e nella società.
e’ la legge che va conosciuta e che si fa conoscere, che va compresa e nella quale vi è trasformazione, consapevolezza e che genera l’asservimento alla verità.
“ o figlio della giustizia!
dove può l’innamorato volgere i passi, se non verso la terra dell’amata? e quale ricercatore può trovare pace lungi dal desiderio del suo cuore? per il fido amante l’unione è la vita e la separazione morte: il suo petto è privo di pazienza e il suo cuore non ha pace. egli rinunzierebbe ad una “miriade di vite per affrettarsi verso la dimora dell’amata.”
o fugace ombra!
oltrepassa gli infimi stadi del dubbio e innalzati alle eccelse vette della certezza. apri l’occhio della verità, affinchè tu possa mirare la bellezza senza veli ed esclamare: “ benedetto sia il signore, l’eccelso tra tutti i creatori!” baha’u’llah – le parole celate”

come in alto, così in basso, questa è la legge. stiamo entrando nell’era dell’acquario ed il 3 febbraio 2012 nettuno entrerà nel segno dei pesci. due “personaggi” importanti : nettuno è il pianeta della trasformazione, del nuovo, del cambiamento dell’empatia. ma è anche, in negativo, portatore di allucinazioni, droghe, emotività , insicurezza. questa interazione con il segno dei pesci sta ad indicare la rinascita nell’acqua propria dell’era dell’acquario , l’intuizione e la sensibilità ma anche dualità e ricerca che insieme porteranno grandi cambiamenti nell’essere e nella società.
nettuno si “tratterrà” nel pesci 26 anni e sarà un percorso evolutivo del pensiero come quando nell’ultimo transito si riposizionò nel segno dei pesci nel 1846 e vi furono grandi cambiamenti nella società.
basti pensare alla rivelazione di baha’u’llah!
nel 1849 thoreau scrisse sulla “disobbedienza civile” per i diritti fondamentali delle minoranze – scrivendo che, è ammissibile non rispettare le leggi quando vanno contro la coscienza ed i diritti dell’uomo e delegittima il potere assoluto della maggioranza!.
poi la nascita della psicoanalisi con freud, nuovi pensieri sullo spirituale con steiner calo marx, newton ecc..
cosa ci porterà questo transito? un impatto sulla coscienza globale, sulla trasformazione delle coscienze per l’avvento della nuova era a causa dell’allineamento galattico della via lattea col sole cosmico.
1° parte
franca gennaio 2012
Share on Tumblr


Città: Pistoia
E-mail: franca.scarpellini@libero.it
Sito internet: http://

FILOMENA MASSIDDA
Zelda la formica

Sul binario ….stretto stretto…
correva a tutta velocità….
il treno “dieciedieci”.
nella stazione di pescofiorito c’erano tante locomotive.
erano lente ma così lente, proprio come lumache.
lumache bavose,...

FRANCA SCARPELLINI
C´era una volta

Un giorno, nel tempo che è, fu indetta una riunione, e vi fu apprensione in tutto il creato per ciò che avrebbero udito, questa riunione ebbe molta risonanza nel consiglio cosmico dove stava per essere comunicata una decisione presa dal grande essere...

FRANCA SCARPELLINI
...

Il viaggio
il mio viaggio iniziò nel dicembre del 1945 in una giornata di libeccio e forse è per questo che mi piace sentirmi circondata dal vento e dalle onde che si infrangono sugli scogli! amo il mare e mi sento un tutt’uno con esso, amo...

ALMA DAMANINS
Il grande mago del nulla

E se tutto fosse un´illusione, una grande illusione per portarci avanti. alla fin fine, lo dicono loro, c´è il nulla, il nulla che racchuide tutto : tutte le possibilità, tutte le illusioni, forse come uno capello, grande, grande tale quale...

FRANCA SCARPELLINI
Processo

O figlio dell’essere!
proclama il mio nome sulla terra, affinchè io mi possa rammentare di te nei miei cieli, così saranno consolati i miei ed i tuoi occhi.
baha’u’llah – le parole celate.

processo
la nuova...

CHIARA MANGANELLI
Caduta del sogno infantile

Tra i ricordi del giorno e le attese della notte, mentre il sole ammainava la sua vela violacea e iridescente, una giovane donna stava distesa sulla battigia percossa e picchiata dall´ira giocosa del mare. ma il furore delle onde si faceva via via più...

BARBARA ZILETTI
La piccola lisa

Scritto sotto forma di fiaba, ha un contenuto spirituale profondo.
e stato distribuito anche in alcune scuole della provincia di brescia.
molto apprezzato dai ragazzi per la semplicitaà del linguaggio e molto utile anche agli adulti che...

ROBERTO ZACCARELLI
Le disavventure di giunass bartass...

Le disavventure di giunass bartass e della figlia slimbercia

FRANCA SCARPELLINI
L´ho fatto per te!

Questo lo faccio per …te!

e’ una frase che diciamo spesso in tutti gli ambiti dalla politica alla sfera privata.
c‘era una volta una santa donna che diceva spesso: questo l’ho fatto per te…. raccontando fatti di privazioni...

DEBORAH LUNA SANTARELLI
La rosa di plastica

Era quasi il tramonto, quando vidi entrare dal cancello laterale del cimitero una donna dalla figura sottile. avanzava con fare incerto, raggiunse la lapide che era stata deposta quella mattina proprio di fronte alla mia e pose le otto nuove arrivate...

GRAZIELLA PESCE
Grisell...

“ma come ho fatto a finire qui dentro” brontolava quel piccolo essere cercando di muoversi all’interno di quel guscio così stretto. “ero in un posto dove stavo tanto bene, ma cosa è successo poi? non ricordo, non riesco a ricordare. un...

ALMA DAMANINS
Gocciolina

Una goccia d´acqua persa su una foglia d´alloro...dove sono andate le altre goccioline che, come lei, sono cadute da quella nuvola ? ognuna aveva un compita da fare, chi nutrire questo filo d´erba, chi dissetare quello petti rosso, chi...

PAOLA TASSINARI
Ravenna in blu

Oggi le scuole organizzano gite e portano gli scolari, già dalle elementari in visita a san vitale e a galla placidia, ai miei tempi no, così poteva capitare di aver visto le bellezze delle altre città e di non conoscere per niente le meraviglie della...

BARBARA ZILETTI
Verdulandia

Chi l´ha detto che la fantasia non esiste più?

FRANCA SCARPELLINI
...

Favole e sogni animare la fantasia


animare la fantasia con le favole ed i sogni è un volo oltre la realtà dove fate, principi, streghe, compiono magie e trasformazioni che si realizzano annullando sofferenza e limiti umani.

GIUSI CANTAGALLI
La stella solitaria

Il fuoco scintillava in mezzo alla valle nella notte oscura e silenziosa,illuminata da due stelle solitarie che danzavano splendenti attorno alla luna piena vibrante di mistero e magia.
le stelle sprigionavano una luce purissima che si espandeva...

LUCA PEIRANO
Passeggiando tra i mondi

In un tempo non molto lontano nell’universo sconosciuto si preparava un evento epocale, la riunione di ventidue razze extraterrestri. questo tipo di riunioni extra-planetarie avveniva soltanto inoccasione di eventi straordinari; c’era sempre...

ANNA SALVATI
Pelle di luna

Favole del terzo millennio
pelle di luna
pelle di luna amava tutto e tutti. ogni cosa, animata e non animata, ogni avvenimento, la interpenetrava e scambiava con lei sensazioni, emozioni. in simbiosi.
percepiva tutto...

FRANCA SCARPELLINI
La tragedia

“occorre uscire dalla tragedia che ci vincola nella materia
mentre il qui ed ora conduce al cambiamento”

ogni vit aporta la sua tragedia che comprende il suo vissuto ed il suo vivere.
la tragedia fa parte della vita...